Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Festa di Maria SS. Assunta

Si svolge in tre giorni dal 13 al 15 agosto e si rinnova la domenica successiva al 15 agosto nella tradizionale celebrazione dell'"ottava" (l'ottavo giorno). E' la più importante manifestazione artistico-ricreativa del paese:- il 13 agosto si festeggia la "DORMITIO VIRGINIS" con la processione della "MADONNA MORTA", che viene portata a spalle per le vie del paese. La serata viene animata da uno spettacolo musicale tenuto nella piazza principale del centro storico. - il 14 agosto viene celebrata l'Assunzione di Maria Santissima. All'interno della Chiesa Madre viene allestito un suggestivo scenario costituito da teli sovrapposti (che rappresentano il cielo che si squarcia), attraverso i quali viene fatta passare la statua della Madonna. Questa rappresentazione viene chiamata "Acchianata da Madonna" (ascensione della Madonna) e vanta una tradizione molto antica. La serata si conclude con un concerto musicale. - il 15 agosto si svolge la tradizionale "CAVALCATA STORICA", consistente in una caratteristica sfilata di cavalli, asini e muli bardati con attrezzi agricoli tradizionali, gerle e panieri. Anticamente durante questa sfilata cavalieri e contadini, per voto, portavano doni in natura alla Madonna Assunta; oggi, invece, lasciano un'offerta in denaro. La serata si conclude con uno spettacolo di musica sinfonica e con i tradizionali fuochi d'artificio. La devozione dei Tusani alla Madonna Assunta ha origini molto antiche, risalenti al sisma del 1693: da allora alla Madonna viene chiesto di difendere Tusa dai terremoti. Nei quindici giorni che precedono la festa, molto sentita per tutti i Tusani, viene cantata una preghiera alla Madonna di origine molto antica.

Festa della Madonna della Catena

E' la festa della patrona di Castel di Tusa, e si celebra nel giorno dell'Ascensione, nel mese di maggio. Nel pomeriggio vi è la tradizionale processione del Simulacro della Madonna, per le vie della frazione, preceduta dal gioco "a 'ntinna a mari" (l'antenna sul mare). Il gioco consiste nel cercare di prendere una bandierina posta alle estremità di una trave insaponata, fissata su una barca poco distante dalla spiaggia. La festa si conclude con uno spettacolo musicale e giochi pirotecnici sul mare.

Festa di San Giuseppe

Si celebra il 19 marzo con la processione e la celebrazione della Messa. Durante il pomeriggio si organizza il tradizionale e curioso "iuocu di pignati" (il gioco delle pentole), che consiste nella rottura di pentole di terracotta (all'interno delle quali si trovano simpatiche sorprese), appese in alto, con l'ausilio di un bastone e con gli occhi bendati. Associata alla festa vi è la tradizione dei "virgineddi", che consiste nell’offerta di un pranzo e di una cena ad un numero, definito da una promessa di voto, di bambini (simbolo della purezza), con un menù particolare intercalato dalla recita di un Rosario dialettale. Per tradizione questi banchetti sono offerti nei mercoledì precedenti la festa.